Vai direttamente ai contenuti

Home > Notizie ed eventi > ACI Livorno: “Siamo in un paese democratico e criticare è ammesso. Il (...)

ACI Livorno: “Siamo in un paese democratico e criticare è ammesso. Il Comune se ne deve fare una ragione”.

10.07.2024

In questi giorni l’attuale Giunta comunale ha criticato in maniera forte e ingiustificata alcune osservazioni fatte da parte di ACI Livorno, riguardo alle nuove strisce pedonali su Viale Italia e i lavori ai Tre Ponti. Per questo l’ente di Via Verdi ha ritenuto necessario divulgare il seguente comunicato stampa.

È vero che il popolo livornese ha dato ampio mandato a questa Giunta comunale ma da qui a scrivere "cosa ci tocca leggere...", in risposta al nostro articolo sul nuovo attraversamento pedonale di Viale Italia, in cui si proponeva di installare più semafori on-demand per aumentare la sicurezza stradale e favorire lo scorrimento del traffico, ce ne vuole di coraggio.

?Se poi la Giunta livornese pensa che il suo operato sia tutto giusto e sia non criticabile, questo atteggiamento non ci sembra una risposta consona bensì una replica offensiva verso ACI Livorno, che ricordiamo rappresenta 14.000 soci nella provincia.

?Entrando nel merito, la Giunta ha un solo scopo: farci andare a piedi o in bicicletta, così da poter far sparire l’incidentalità. Tutti i provvedimenti infatti vengono presi con tale ottica ,con nessun interesse, affinché incidano anche sul minor inquinamento e sull’economia cittadina.

.
ACI Livorno è a favore dei semafori on-demand e dei passaggi pedonali in numero adeguato, per diminuire l’inquinamento e contribuire alla fluidità del traffico. Questo aiuterebbe chi, per lavoro, deve spostarsi da sud a nord potendo viaggiare con maggiore tranquillità e sicurezza. La nostra città è al fanalino di coda per quanto riguarda le questioni economiche per questo Noi poniamo l’attenzione anche su queste tematiche, ma, che piaccia o no, non siamo certo l’organo politico della città ma ci pregiamo di avere una lunga esperienza.

Si continua a pensare che il mare che abbiamo sia solo per i livornesi e non diamo nessuna possibilità ai turisti di arrivare e parcheggiare, usufruendo del nostro lungomare, e portando così un pò di ossigeno all’economia livornese. Eppure di esempi nelle città vicine ne abbiano molti, basta aprire gli occhi.

Riguardo ai lavori ai Tre Ponti forse la Giunta comunale non ha letto bene il nostro articolo. ACI, come sempre, ha raccolto le lamentele dei nostri soci e non solo proponendo di togliere i semafori o in alternativa di spostare i lavori a settembre, sempre nell’ottica turistica e di inquinamento, soluzione che è stata trovata utile visto che la mattina stessa all’uscita del nostro articolo, la nostra proposta è stata messa in pratica.

ACI Livorno ?i è sempre ben guardata dall’essere offensiva verso le varie amministrazioni e vorremmo lo stesso rispetto.

Di seguito la risposta che era stata pubblicata su Il Tirreno in data 09-07-2024: